Febbre del Nilo: allarme in Ogliastra

Si estende l'allarme febbre del Nilo in Sardegna, dove due anziani sono sempre ricoverati in ospedale, anche se non più in Rianimazione. Un esemplare di cornacchia è risultato positivo al virus della West Nile nel comune di Bari Sardo, in Ogliastra. La Assl di Lanusei che ha effettuato i controlli ha comunicato subito al Comune l'esito delle analisi sull'animale. Il sindaco Ivan Mameli ha così adottato un'ordinanza affinché i cittadini prendano le precauzioni del caso. "Vista la comunicazione della Assl per la presenza di positività del virus West Nile Disease, in una Cornacchia grigia (Corvus Corone Cornix) nel Comune di Bari Sardo - si legge nell'ordinanza - benché da confermare da parte del Centro di referenza Nazionale, e visto che la malattia infettiva provocata dal virus si trasmette all'uomo e agli animali, vi è la necessità di attivare misure di prevenzione su tutto il territorio comunale esposto alla possibilità di propagazione della zanzara e pertanto anche su aree private, poiché, tale insetto, può provocare problemi di igiene e sanità pubblica". Nel documento il sindaco raccomanda ai cittadini di non abbandonare "contenitori ove possa raccogliersi l'acqua piovana, ivi compreso copertoni, bottiglie, sottovasi di piante e simili, di coprire eventuali contenitori d'acqua inamovibili, di provvedere a pulire le caditoie per la raccolta dell'acqua piovana presenti in giardini e cortili" e ordina alle aziende agricole e zootecniche, ai Consorzi e agli enti che gestiscono comprensori "di curare lo stato di efficienza di tutti gli impianti e dei depositi idrici utilizzati, compresi quelli sparsi nella campagna di procedere autonomamente e periodicamente con disinfestazioni dei focolai larvali e degli spazi versi". (ANSA).

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Orgosolo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...